The reveal

  Ci siamo! Finalmente ve lo posso dire: esiste un libro. Esiste una storia scritta a quattro mani che racconta di due giovani ragazzi italiani che piano piano hanno conquistato New York. Perche’ scrivere un romanzo, mi chiederete voi? Per “condividere”. Questo verbo così abusato. Condividiamo tutto ormai. Condividiamo troppo. La mia teoria e’ questa:…

13/13 – SHOULD I STAY OR SHOULD I GO?

E ora tocca decidere. Ieri come oggi. Mi siedo sulla balaustra della finestra del mio ufficio e penso. Che cosa voglio davvero? Ieri come oggi. E’ incredibile come sia volato il tempo. 11 anni, 3 mesi e 24 giorni. E’ successo di tutto. Cose che non mi sarei mai aspettata. E altre invece non sono…

12/13 – SCARLET RED TUTU’

 Mi ha chiamata! Il bondino mi ha chiamata, come aveva promesso! Lo riscrivo: mi ha chiamata!!! E sembrava molto felice. Mi ha detto: “sai sono in vacanza in Sardegna con i miei amici. Location fantastica, donne intorno, posso avere tutto. Eppure sento che mi manca qualcosa. Ci ho pensato e… ho capito che sei tu….

11/13 – I AM LOVING IT!

Ancora pochi giorni qui a New York e poi si parte. Si ritorna in Italia. Io sono un po’ dentro a Sex & the City e un po’ dentro a Via Col Vento. Cammino al ritmo della sigla del telefilm con i miei outfit studiatissimi. E poi penso al biondino con gli occhi verdi e…

10/13 – TIMES SQUARE & THE RED BAG

  E poi, d’improvviso ti trovi dentro ad un sogno. E tu sei la protagonista. E ti devi far trasportare dagli eventi. Perche’ non c’e’ scelta. E’ fuori dal tuo controllo. Succede che il biondino dagli occhi verdi si decide a dire qualcosa di concreto. Poca roba, ma e’ un inizio. Una sera mentre cammini…

9/13 – I WANT THE FAIRY TALE!

 E’ meta’ agosto. Io e Chloe camminiamo in una delle tante street fair newyorchesi. Lei con il suo basco francese, una t-shirt a righe bianche e blu e pantaloni rossi. Una vera e propria francesina. Io con una semplice t-shirt bianca ed i miei jeans stracciati comprati allo spaccio Diesel in Italia. In testa il mio cappellino…

8/13 – THE COCKTAIL DRESS

  C’era un gran trambusto in quei giorni in ufficio. Erano tutti piu’ agitati. Non capivo il perche’. Continuavo a chiedere agli altri ragazzi. Nessuno sapeva. Era circolato un email che invitava tutti a tenere in perfetto stato la propria scrivania e a vestirsi impeccabilmente fino a fine settimana. Mi avevano spiegato che succedeva quando veniva…

7/13 – RONALDO’S LIMO

  Vi sfido a trovare un taxi libero a New York quando piove. Livello di difficolta’: molto alto. Quella sera eravamo un gruppo di 10 ragazzi e ragazze. Di taxi ne sarebbero serviti tre. Livello di difficolta’: impossibile. Ma noi, giovani e intraprendenti stagisti alla conquista di questa citta’, mica ci siamo fatti spaventare. L’alcol…

6/13 – CENTRAL PARK

 30 luglio 2006 Mi sono persa a Central Park. Cerco Strawberry Fields, il memorial dedicato a John Lennon. Giro e rigiro tra i sentieri dell’area west di Central Park, Sheep Meadow e’ alle mie spalle. Chissà  se ora sono a Cherry Hill o a Rample. Mi sono proprio persa. Ma non voglio chiedere a nessuno….

5/13 – CHANGING SHOES

  Chloe Brebberman. Bella, estremamente sicura di se, quasi sempre vestita di nero. Poco trucco ed i capelli impeccabili ma naturali, borsa super fashion e… tacco 10! Chloe e’ la classica donna newyorchese. Quando l’ho conosciuta l’ho presa subito ad esempio. Chloe cammina a falcate, occhiale scuro in volto e due cellulari in mano, lungo…

4/13 – BENNY’S BURRITOS

  Benny’s Burritos. Quanti ricordi. Quante serate passate a sorseggiare i frozen margarita. Sostanzialmente: delle granite alcoliche su bicchieroni di vetro con il sale grosso appiccicato al bordo. E a mangiare tonnellate di tortilla chips triangolari con il guacamole. Che fosse per una cena prima di andare in un club (cosi’ vengono chiamate le discoteche…

3/13 – CASA PETITA

203 W 125th Street era l’indirizzo della mitica Petita. A Casa Petita siamo passati praticamente tutti. Tutti noi stagisti, ragazzi in vacanza, amici, amici di amici. Casa Petita accoglieva sempre tutti. Non ricordo come fosse iniziato il giro, da chi era partito. Fatto sta che avevamo conosciuto questa materna signora domenicana che affittava stanze a…